fbpx
Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

L’UE nella lotta al riciclaggio: intervista a Franco Roberti

Il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo rappresentano una seria minaccia sia per l’economia che per il sistema finanziario dell’Unione Europea, mettendo a rischio la sicurezza dei suoi cittadini.

Ma cos’è il riciclaggio?

In poche parole il riciclaggio di denaro è quel processo attraverso il quale i criminali occultano la provenienza (illecita) dei loro beni. Si avvalgono di sistemi finanziari sotterranei per effettuare pagamenti e operazioni eludendo così la vigilanza. Sostanzialmente è strutturato il 4 fasi:

  1. Raccolta di denaro sporco
  2. Collocamento dei profitti illeciti in un sistema finanziario legittimo
  3. Stratificazione, dove l’origine dei fondi è mascherata tramite movimenti o conversioni (fatture false, prestiti ecc…)
  4. Integrazione dei profitti che vengono reimmessi nell’economia (beni immobili, beni di lusso, imprese commerciali).

In merito a questo argomento la redazione di Demi News ha intervistato telefonicamente Franco Roberti, ex magistrato, già Procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo, che ci ha parlato della complessa intersezione tra sostenibilità e lotta al riciclaggio illegale. Nel corso di questa intervista, vedremo ciò che l’Unione Europea sta affrontando e le misure che sta adottando per contrastare questo fenomeno criminale.

Intervista a Franco Roberti

Qual è l’impatto del riciclaggio illegale sulla sostenibilità ambientale?

“Parlare di sostenibilità ambientale vuol dire parlare di direttive contro i crimini ambientali che sono molto diffusi ma poco contrastati. Noi abbiamo collegato la criminalità al tema del riciclaggio creando un link”.

Quali sono le principali misure che l’UE sta adottando per prevenire il riciclaggio illegale?

“Vanno sicuramente rafforzati i settori già presenti. La novità è l’AMLAl’autorità dell’Ue dedicata all’antiriciclaggio con sede a Francoforte – Per la prima volta si è capito che se non c’è un coordinamento con l’UE non si va avanti”.

L’Amla inizierà le operazioni a metà del 2025 e ospiterà più di 400 dipendenti.

La nuova autorità è il fulcro della riforma del quadro antiriciclaggio dell’Ue. L’Amla avrà poteri di vigilanza diretta e indiretta sui soggetti obbligati e il potere di imporre sanzioni e misure.

L’Amla dovrà quindi prendere in mano la vigilanza AML/CFT (Anti-Money Laundering/Combating the Financing of Terrorism) nell’Ue e rafforzerà la cooperazione tra le Unità di informazione finanziaria (UIF).

L’obiettivo principale dell’AMLA, che disporrà di poteri di vigilanza diretta e indiretta, è accrescere l’efficacia del quadro dell’UE in materia di lotta al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo, considerata la natura transfrontaliera della criminalità finanziaria.

Quali sono le sfide che l’UE deve affrontare per rendere più efficace l’antiriciclaggio nella sostenibilità ambientale?

“L’UE deve affrontare sfide enormi, perchè il riciclaggio è l’essenza della criminalità organizzata. La sfida è contenuta già nel programma. Bisogna realizzare tutti gli interventi presenti nella strategia: contrasto alla corruzione, sistema confische beni di provenienza illecita, tutto ciò che è presente nel documento del 2021.

La normativa sui crimini ambientali è stata approvata. Ci vuole cooperazione, perchè se non funziona la cooperazione, non funziona il contrasto”.

Qual è il ruolo delle imprese e dei cittadini nella lotta al riciclaggio illegale?

“Il ruolo è quello di non riciclare e contrastare i crimini senza distruggere l’ambiente, oltre che evitare di avere rapporti con la criminalità organizzata. I mafiosi alimentano il sistema economico, creando un sistema criminale che danneggia l’economia e la democrazia”.

Qual è il messaggio che volete lanciare a chi si occupa di sostenibilità ambientale?

“L’ambiente è un bene di tutti ma molto fragile e a rischio e dovrebbe essere dovere di tutti tutelarlo. I cittadini hanno il dovere di fare ognuno la propria parte nell’ambito in cui opera. Io sostengo il principio di chi guida paga e che chiunque produce inquinamento è tenuto a pagarne le conseguenze e a risponderne penalmente, senza farne carico ai cittadini, è un principio sacrosanto”.

In che modo le nuove regole sulla tracciabilità dei rifiuti possono contribuire a prevenire il riciclaggio illegale?

“Le nuove regole sulla tracciabilità sono essenziali ed è quello che noi chiediamo da sempre e in buona parte è stato fatto. Se sai che sei tracciato, non puoi nasconderti ed è chiaro che sei più attento”.

Quali sono le tecnologie che possono essere utilizzate per rafforzare i controlli sui rifiuti?

“Possono essere usate tecnologie che si sviluppano intorno all’intelligenza artificiale per tracciare il denaro, così come i rifiuti”.

In che modo l’UE può collaborare con altri paesi per affrontare il riciclaggio illegale?

“L’UE ha rafforzato il ruolo di Europol con scambi informativi con i paesi extraeuropei. Si dovrà sempre più occupare di rafforzare questo sistema, così come anche per eurojust.

Eurojust è l’Agenzia dell’Unione europea per la cooperazione giudiziaria penale che facilita il coordinamento e la collaborazione in ambito giudiziario tra le amministrazioni nazionali offrendo ai magistrati un sostegno pratico nella lotta alle forme gravi di criminalità transfrontaliera e al terrorismo.

Inoltre – prosegue Roberti – la cooperazione investigativa e giudiziaria sono fondamentali”.

Riciclaggio e criminalità organizzata: una lotta che richiede cooperazione

L’intervista a Franco Roberti ha offerto uno sguardo profondo sulla necessità di affrontare con determinazione il tema del riciclaggio di denaro. Attraverso l’analisi delle misure adottate dall’Unione Europea, delle tecnologie disponibili e della cooperazione internazionale, emerge un quadro complesso ma non insormontabile.

Si stima che tra 715 miliardi di euro e 1870 miliardi di euro del PIL mondiale (2-5%) sono riciclati ogni anno.

Nell’UE il 70% delle reti criminali attive nell’UE ricorre a una forma di riciclaggio per finanziare le loro operazioni e occultare i loro beni. L’80% delle reti criminali attive nell’UE fa un uso improprio delle strutture economiche legali per le proprie attività criminose. Inoltre, si aggirano tra 117-210 miliardi di euro, tra attività e operazioni sospette che utilizzano il sistema finanziario e l’economia dell’UE.

È chiaro che la lotta contro il riciclaggio illegale di denaro richiede un impegno globale e multidisciplinare, coinvolgendo cittadini, imprese, istituzioni e organismi internazionali. Solo attraverso una cooperazione efficace e un approccio condiviso da tutti possiamo sperare di venire a capo di questa problematica e garantire un futuro migliore alle generazioni future.

iphone 16 uscita prezzo

Nuovi iPhone 16: uscita, prezzo e modelli

Cresce sempre di più l’attesa per l’iPhone 16: uscita e prezzo sono al centro dell’interesse generale. Dopo l’annuncio alla WWDC24

wwdc24

La Apple WWDC24 in Diretta, qui, il 10 Giugno alle 19:00

La WWDC 2024 di Apple inizia il 10 giugno alle 19:00 ora italiana, con il keynote di apertura che presenterà le ultime innovazioni dell’azienda. Attesi iOS 18, iPadOS 18 e watchOS 11, insieme a nuove funzionalità avanzate di intelligenza artificiale per Siri. Segui il nostro live blog per aggiornamenti in tempo reale e scopri tutte le sorprese che Apple ha in serbo per noi. La WWDC24 promette una settimana ricca di annunci e opportunità per sviluppatori e appassionati di tecnologia di tutto il mondo.

iphone 16 uscita prezzo

Nuovi iPhone 16: uscita, prezzo e modelli

Cresce sempre di più l’attesa per l’iPhone 16: uscita e prezzo sono al centro dell’interesse generale. Dopo l’annuncio alla WWDC24

wwdc24

La Apple WWDC24 in Diretta, qui, il 10 Giugno alle 19:00

La WWDC 2024 di Apple inizia il 10 giugno alle 19:00 ora italiana, con il keynote di apertura che presenterà le ultime innovazioni dell’azienda. Attesi iOS 18, iPadOS 18 e watchOS 11, insieme a nuove funzionalità avanzate di intelligenza artificiale per Siri. Segui il nostro live blog per aggiornamenti in tempo reale e scopri tutte le sorprese che Apple ha in serbo per noi. La WWDC24 promette una settimana ricca di annunci e opportunità per sviluppatori e appassionati di tecnologia di tutto il mondo.

Correlati

Iscriviti alle news

Iscriviti per essere aggiornato