fbpx
Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Ricordati di Accendere la Luce: il nuovo libro di Roberta Salvati

Si può essere padroni di se stessi e dei propri sentimenti? Si può diventare capaci di rischiarare i propri stati d’animo così come, solitamente, riusciamo ad abbandonarci ai piaceri? Wilde, ne “Il ritratto di Dorian Gray” si interrogò su questa possibilità, portandola all’estremo. In “Ricordati di accendere la luce”, invece, Roberta Salvati indaga su una possibilità più attenta e misurata: accendere la luce dell’anima, riportandola nei luoghi e in comunione con le persone che riescono a farla sentire viva e reale. 

La scrittrice, classe 1996, ha fatto della scrittura la sua vocazione: giornalista, ma anche attrice di teatro, vive e lavora a Napoli, città che continua a ispirare le sue produzioni. Premio letterario internazionale “Emily Dickinson” con “Quando si sceglie di raccontarsi” (Guida Editori, 2015) e finalista al Festival della scrittura di Venezia con “Labirinto fa rima con istinto” (Uniformazione 24, 2023), sta attualmente scrivendo una sua commedia che sogna di portare in scena. 

Nel frattempo, ritorna nel panorama editoriale proprio con “Ricordati di accendere la luce” per Dialoghi Edizioni,, che sarà presentato venerdì 15 dicembre presso la sede di CPixel a Napoli (Vomero). Potremmo raccontarvi del libro, ma abbiamo deciso di sederci insieme all’autrice per permetterci di cogliere non solo il suo contenuto, ma anche la sua gestazione. 

Ciao Roberta. Domanda d’obbligo: come è nata l’idea di quest’ultimo libro? 

Ciao a te Cristina. Ti dirò: l’idea è nata nel momento in cui mi sono resa conto di voler raccontare come ho ritrovato una sensazione di serenità, di sana leggerezza, dopo un lungo periodo in cui mi sembrava di svegliarmi la mattina con un grosso peso sulle spalle. Nel libro, infatti, scrivo che “era come se avessi il cielo addosso”.

Come mai hai deciso di intitolarlo proprio “Ricordati di accendere la luce? 

Perché in questo libro racconto proprio di quanto sia bello ricordarsi di accendere la luce nella vita di tutti i giorni. La luce dell’anima intendo. Ti svelo una cosa: nella prima stesura, in realtà, il titolo era un altro. Ovvero “Tu, che mi conosci”. Poi la storia ha assunto maggiore rotondità e la parola luce tornava più volte nelle poesie. Il titolo scelto è quello più completo e rende il focus di tutta la storia. 

Ti va raccontarci, in prima persona, di cosa parla?

Parla di un percorro di rinascita di un’anima, che ritrova appunto la sua luce dopo aver distinto il buio dalla penombra, e soprattutto non vuole più lasciare che questa luce ritrovata si spenga. Parla dei luoghi in cui quest’anima si sente piena di luce; quando è con le persone giuste, quelle in grado di regalarle tempo e fiducia con una generosità totalmente disinteressata. Racconta anche di come il mare, nel bene e nel male, abbia aiutato tanto quest’anima a capire cosa fare per rinascere. Sarà anche perché sono nata e vivo a Napoli, una città di mare.

Se posso chiedere: le poesie contenute nel libro sono ispirate o dedicate a qualcuno?

Quando scrivo mi ispiro sempre a qualcuno, quindi ti dico: sì, lo sono. In privato, chi vorrei che sapesse sa, diciamo così: di solito scrivo un messaggio alla persona che mi ha ispirato. Per alcune delle poesie inserite in questa silloge l’ho fatto. Nel libro non c’è una dedica, ma ho voluto fare dei ringraziamenti.

Come nascono le tue poesie? Qual è il tuo processo creativo? 

Molte delle poesie di questa silloge sono nate di notte. Alcune hanno come titolo un orario ed è proprio l’orario in cui le ho scritte. Nascono da una sensazione che voglio nominare, a cui voglio dare un nome; da un sentimento che voglio esprimere o da un momento che voglio immortalare, solo che invece che con la fotografia provo a farlo con la parola scritta. Oppure nascono da frasi che mi appunto sul mio quaderno, sulle note del telefono o da conversazioni realmente accadute. Seguo spesso l’istinto e la musica: scrivo molto ascoltando musica, fa parte del mio processo creativo.

E la scelta della copertina?

La scelta, da me condivisa, è stata dettata dall’editore. Mi spiego, il libro, edito da Dialoghi Edizioni, fa parte della collana editoriale Glifi. Tutti i libri inseriti in questa collana hanno come immagine di copertina un dipinto. Io ho scelto Caravaggio, perché è noto soprattutto per la maestria con la quale rende la luce nei suoi dipinti; e la luce e un elemento chiave nel mio libro. Il dipinto che ho scelto è Il suonatore di liuto. Questo perché il liuto lo associo naturalmente alla musica, un altro elemento che torna spesso nelle poesie; e perché sul lato sinistro del dipinto vi è un girasole, un fiore rivolto sempre al sole, che è luce. Inoltre nel libro c’è una poesia intitolata proprio “Girasole”. 

Com’è stato vedere il libro concluso?

Emozionante. Quando ho visto l’impaginato del libro ho provato gratitudine, stupore e fierezza. Non vedo l’ora di avere una copia fisica del libro tra le mani e pensare: “Caspita, l’ho fatto di nuovo!”

Questo è il tuo quarto libro, cos’ha di diverso dagli altri?

Questo libro è sì una raccolta di poesie ma non brevi, come di solito ci si aspetta siano. All’editore sono sembrate quasi dei dialoghi. Poesia in prosimetro, quindi che sfocia quasi nella prosa, mi è stato anche detto. Questa è una differenza strutturale e sostanziale rispetto ai miei libri precedenti, che sono raccolte di aforismi, generalmente molto brevi. Chiaramente “Ricordati di accendere la luce” è diverso anche per la trama, racconta un’altra storia. Ho ancora una prima bozza in cui questa storia la stavo scrivendo come un racconto. Forse così, ad oggi, mi spiego “la contaminazione” tra poesia e prosa che è venuta fuori. 

Hai provato le stesse emozioni della prima pubblicazione? 

Devo dire che la prima delle tante emozioni che provo è sempre la stessa, la stessa della mia prima pubblicazione: rivedo me da bambina che scrivo a casa di mio nonno, i pomeriggi in cui mi chiedeva di scrivergli qualcosa. È la prima immagine che rivedo e rivivo ogni volta che viene pubblicato un mio libro. Una dolce e calda emozione. Dopo arrivano anche altre bellissime emozioni, legate al fatto che in quelle pagine, che non sono più solo mie, c’è tanto di me: sono molto vere. Una cosa che non riesco proprio a fare nella vita, del resto, è mentire.

Se dovessi convincere un lettore a leggere il tuo libro, cosa gli diresti? 

Gli direi di leggere “Ricordati di accendere la luce” perché, come dice il poeta Pablo Neruda: “Nascere non basta, è per rinascere che siamo nati. Ogni giorno.”

 

Vi ricordiamo che l’autrice sarà presente venerdì 15 dicembre presso la sede di CPixel a Napoli (Vomero) dalle 18:30 per la prima presentazione del suo nuovo libro. Non mancate!

 

ricordati di accendere la luce

iphone 16 uscita prezzo

Nuovi iPhone 16: uscita, prezzo e modelli

Cresce sempre di più l’attesa per l’iPhone 16: uscita e prezzo sono al centro dell’interesse generale. Dopo l’annuncio alla WWDC24

wwdc24

La Apple WWDC24 in Diretta, qui, il 10 Giugno alle 19:00

La WWDC 2024 di Apple inizia il 10 giugno alle 19:00 ora italiana, con il keynote di apertura che presenterà le ultime innovazioni dell’azienda. Attesi iOS 18, iPadOS 18 e watchOS 11, insieme a nuove funzionalità avanzate di intelligenza artificiale per Siri. Segui il nostro live blog per aggiornamenti in tempo reale e scopri tutte le sorprese che Apple ha in serbo per noi. La WWDC24 promette una settimana ricca di annunci e opportunità per sviluppatori e appassionati di tecnologia di tutto il mondo.

iphone 16 uscita prezzo

Nuovi iPhone 16: uscita, prezzo e modelli

Cresce sempre di più l’attesa per l’iPhone 16: uscita e prezzo sono al centro dell’interesse generale. Dopo l’annuncio alla WWDC24

wwdc24

La Apple WWDC24 in Diretta, qui, il 10 Giugno alle 19:00

La WWDC 2024 di Apple inizia il 10 giugno alle 19:00 ora italiana, con il keynote di apertura che presenterà le ultime innovazioni dell’azienda. Attesi iOS 18, iPadOS 18 e watchOS 11, insieme a nuove funzionalità avanzate di intelligenza artificiale per Siri. Segui il nostro live blog per aggiornamenti in tempo reale e scopri tutte le sorprese che Apple ha in serbo per noi. La WWDC24 promette una settimana ricca di annunci e opportunità per sviluppatori e appassionati di tecnologia di tutto il mondo.

Correlati

Iscriviti alle news

Iscriviti per essere aggiornato